trecce-alexim

Ormai è assodato, la treccia è il hairtrend dell’anno, protagonista delle passerelle fashion di tutto il mondo e consigliatissima dalle it girl più famose. Comoda, versatile e femminile, è l’hairdo irrinunciabile della stagione, declinabile in una varietà di acconciature diverse tra loro e adatte a tutti i tipi di capelli. Oggi affrontiamo uno dei trend più classici, ma sempre in voga, dell’anno: la treccia francese e la sua variante olandese, ideale su capelli lunghi, medi o bob. Pronte a scoprirne di più?

Treccia francese: come realizzarla?

La treccia francese è una delle acconciature più in voga dell’anno per la sua essenza classica ed elegante al tempo stesso, ideale per raccogliere i capelli comodamente e abbinarli a qualsiasi outfit. La sua realizzazione può sembrare complessa ma è in realtà più facile di quello che sembra: si parte raccogliendo una sezione di capelli sulla parte alta del capo e iniziandola a intrecciare dividendola in tre ciocche. Dopo pochi intrecci (due o tre) dovrete iniziare a integrare nuove ciocche laterali a quelle di partenza, prima da destra poi da sinistra, alternandole a ogni nuovo intreccio e proseguendo così fino alla fine. Il risultato è un’acconciatura di impatto, in grado di raccogliere in maniera ordinata la capigliatura creando un effetto “easy chic” ricco di stile.

Treccia francese e olandese: qual è la differenza?

Non è raro sentir parlare di treccia francese oppure olandese, ma cosa distingue questi due tipi di acconciatura? Anzitutto, il metodo di intreccio diverso: se per realizzare la prima è necessario incrociare le ciocche una sopra all’altra, la seconda richiede esattamente l’inverso, quindi di passare le ciocche una sotto l’altra. La differenza nel risultato è visibile: la treccia francese, infatti, si svilupperà principalmente sul retro verso il basso, creando un effetto casual e morbido, mentre quella olandese risulterà “rialzata”, partendo dalla parte elevata della testa come una coda alta, per un effetto più ordinato e accurato.

Treccia francese e olandese: le varianti più originali

Ora che conoscete la tecnica base, potete sbizzarrirvi nei più disparati hairdo: la treccia francese e quelle olandese sono le tecniche base per creare acconciature più particolari e complesse come le boxer braids, da tenere sciolte o raccogliere in uno chignon, o utilizzare il metodo francese per creare trecce a cascate o trecce laterali, da abbinare ai vostri look eleganti o sportivi.
Treccia francese oppure olandese, quindi? A voi la scelta, il nostro team di professionisti vi aspetta nel Salone Alexim per realizzare la vostra acconciatura preferita!