o-KARLIE-KLOSS-825x340

TAGLI DI CAPELLI 2016, LE TENDENZE PER L’AUTUNNO/INVERNO.

L’attuale tendenza dei tagli più in voga per l’autunno / inverno è quella del bob (detto anche caschetto o carrè), taglio classico, utilizzato anche tempo addietro da star come la famosissima Litz Taylor, ma che attualmente è tornato alla ribalta, intriso di molteplici variazioni, idee e modifiche, che riguardano perlopiù l’alleggerimento della struttura e l’ammorbidimento dei profili.

La grande versatilità di questo taglio è senza dubbio ciò che più piace agli esperti di moda attuali, che, grazie alla loro creatività ed estrema preparazione, riescono a creare delle vere e proprie opere d’arte in termini di tagli capelli 2016, apportando leggeri accorgimenti ad una base standard.

Abbiamo detto apprezzatissimo dalle star di tutto il mondo, poiché parliamo di un taglio che ben si adatta al cosiddetto look da red carpet.

Il taglio chiamato attualmente bob ha subito nel corso degli anni tantissime variazioni, che sono sfociate ai giorni nostri in una miriade di tagli fashion per le donne più belle del pianeta, imitabili e imitati dalla fans e dalle appassionate dello stile.

Infatti il bob, che come detto è chiamato anche carrè o caschetto, è tra i preferiti anche dalle donne in generale, da sfoggiare nella semplicità della vita di tutti i giorni, in quanto, soprattutto quelli più corti, sono facili da modellare e non hanno bisogno di grossi sforzi per la loro “manutenzione”.

La comodità del taglio risiede anche nel fatto che, come intuibile, è facile porvi rimedio. Infatti diciamo che si può cedere ad un taglio come il bob, in quanto in poco tempo è possibile ottenere di nuovo la propria lunghezza originaria, senza, per forza di cose, attendere tempi biblici.

Il bob è un taglio che, potenzialmente, può star bene su tutte le tipologie di viso, tenendo sempre conto delle particolari caratteristiche personali nella struttura e delle modifiche da apportare al taglio, in modo che possa adattarsi al meglio ed essere perfetto per i vari tipi di viso.

Si può infatti portare un bob ultra corto, di media lunghezza o lungo.

Uno dei consigli del direttore stilistico Alexim è quello di utilizzare prodotti che rendano luminoso il taglio, in modo da farlo risaltare, come un olio o una maschera da applicare prima del lavaggio.

Andiamo ora ad analizzare più nel dettaglio il bob, considerando quali siano le varianti e mettendo in risalto le caratteristiche principali, con una veloce carrellata delle tipologie.

IL WOB.

Possiamo avere ad esempio il WOB (o wavy bob), senz’altro tra i più amati dalle celebrità, e sfoggiato con disinvoltura dalle più belle donne del panorama artistico e cinematografico.

Una delle star che lo esibisce più frequentemente è Jennifer Lawrence, la quale lo preferisce essenzialmente al naturale, con un effetto morbido e prettamente spettinato che va ad allargare la forma del suo viso, rendendolo sfuggente. I ciuffi delle lunghezze, lungo tutta la circonferenza del carrè, apparentemente disordinati, sono perfetti ed assolutamente fashion per il suo viso, la riga può essere portata di lato o più centrale, a seconda delle preferenze. La struttura di base è quella di un bob o caschetto classico, il quale viene però alleggerito e leggermente allungato, sin anche alle spalle, apportando poi appunto la modifica dell’effetto spettinato alle punte.

IL SOB.

Un’altra variante del bob è il SOB (o short bob) che non è altro che la versione più corta del caschetto.

Tra le celebrità che lo utilizzano più spesso e che ha reso famoso questo taglio, troviamo Katie Holmes, l’indimenticata Joey di Dawson Creek, con una lunghezza che arriva appena sotto la nuca e che si allunga nei due ciuffi laterali, pettinati lateralmente ad incorniciare totalmente il volto.

Questo taglio può essere portato con una riga obliqua e laterale, mentre è da sconsigliarsi una riga centrale, che dividerebbe troppo nettamente il viso in due metà simmetriche.

IL BWOB. (BANGS WOB)

La top model Karlie Kloss preferisce invece mostrare ai fans un BWOB (bangs wob), ossia un bob ad andamento ondulato con frangetta prominente e strutturata; la lunghezza consigliata in questo caso è quella media, che arrivi all’incirca a livello delle orecchie, o poco più giù.

Questo è un taglio che ben si sposa con i visi minuti e regolari, mentre è assolutamente da sconsigliarsi nel caso di visi paffuti,pieni e di dimensioni importanti.

IL LOB. (LONG BOB)

La bellissima attrice Keira Knightley è una stupenda promoter del LOB (o long bob), taglio assolutamente storico, rivisitato per quest’autunno/inverno 2016 dagli artisti delle chiome di tutto il mondo, dotandolo di una nuova e rinnovata identità.

La struttura di base è un carrè di media lunghezza, che si adagia dolcemente e lievemente alla base del collo.

Da notare che da entrambi i lati le lunghezze laterali si accorciano man mano che ci si sposta posteriormente, andando ad essere assolutamente minimal a livello della nuca.

Leggermente bombato e voluminoso quanto basta, è consigliato a visi con zigomi sporgenti e importanti, segno come detto di fascino e di eleganza.

E’ un taglio in cui le lunghezze laterali, pettinate con una leggera curvatura rivolta verso l’interno, incorniciano dolcemente il viso, smussando eventuali irregolarità.

Può infine essere portato con la riga perlopiù centrale o leggermente spostata da un lato, consigliato per i bei visi regolari, non troppo rotondi.

IL VERY LOB. (VERY LONG BOB)

Infine troviamo l’ultima versione del bob, ossia il VERY LOB (very long bob). In questo caso parliamo di un taglio di assoluto fascino e sinonimo di bellezza senza tempo. Un esempio di tale taglio lo possiamo apprezzare in attrici del calibro di Gwyneth Paltrow, che spesso lo ripropone, e che sicuramente coglierà l’occasione di esibire anche in questo prossimo autunno/inverno 2016.

La lunghezza è nettamente maggiore rispetto al lob ovviamente, e può raggiungere le spalle o poco più. Consigliato per un capello liscio, un viso non troppo allungato, ed essenzialmente è ottimo con una riga in mezzo, sempre che questa non vada ad accentuare le spigolosità di un viso.

Sono tantissime le varianti applicabili ad un Very lob, ciò che maggiormente conta è eseguire un’analisi approfondita delle forme del viso, in modo da non incappare in fastidiose dissonanze strutturali, proponendo un taglio che vada ad appesantire il volto o ancor peggio a nasconderne i tratti caratteristici.

COME PORTARE UN BOB? è MEGLIO LISCIO O MOSSO? CONSIGLI PER TAGLI DI CAPELLI 2016.

Essenzialmente, per tutte coloro che possiedono o che hanno in mente di sperimentare un bob, re tra i tagli capelli 2016, il consiglio del direttore stilistico Alexim è quello di sbizzarrirsi e di sperimentare varie possibilità!

Parliamo infatti di una tipologia di taglio molto versatile, modificabile e, per così dire, malleabile, e chi è abituato a seguire le mode e le tendenze, facendo riferimento alle attrici o alle donne di spettacolo in generale, ne è assolutamente consapevole!

Lisci, mossi, spettinati, vintage, dotati di volume o appiattiti e modellati sulla forma del capo, i bob sono in grado di adattarsi ad ogni look, ad ogni evento e a qualsivoglia esigenza femminile!